Eccellenza sul fixed income e mercati emergenti: ecco la ricetta anticrisi di Pioneer

Produzione centralizzata e distribuzione locale. È questo il modello di business di Pioneer Investments, societá di asset management del gruppo italiano UniCredit, la cui attivitá di investimento é affidata al group chief investment officer Giordano Lombardo.

In un’intervista con Investment Europe pubblicata sul prossimo numero della rivista, Giordano spiega quali sono i temi caldi nell’industria dell’asset management: la concentrazione a livello globale degli asset nei player di successo e la vendita dei fondi retail attraverso il canale bancario.

In particolare in Europa, a causa della crisi economica, la raccolta tramite depositi spiazza il risparmio gestito, con un deflusso dall’asset management.

In un mercato in cui circa il 5% dei manager concentrano il 90% dei flussi inoltre, gli operatori devono essere in grado di offrire prodotti eccellenti sul fixed income e una forte competenza sui mercati emergenti.

Cresce intanto l’interesse dei clienti instituzionali verso i fondi sovrani, in particolare asiatici e dei paesi emergenti, dove si concentrano le maggiori opportunitá di business per l’asset management.

Ancora, in tempo di crisi Pioneer punta sui prodotti di asset allocation, fondi di fondi a rendimento asimmetrico che cercano di proteggere dal basso in maniera più accentuata dei prodotti normali.

Giordano parla anche di congiuntura macroeconomica, osservando che l’economia italiana é alle prese con una transizione difficile legata anche a quello che succede in Europa.

Ma, spera il chief investment officer, il cambiamento della leadership a livello europeo porterá a una maggiore attenzione verso politiche di crescita, anche in Italia dove la parola crescita rappresenta da qualche tempo una vera sfida.

 

 

preloader
Close Window
View the Magazine





You need to fill all required fields!